All posts filed under: Books

La Cucina del Buongusto

  Oggi vi racconto di un libro perchè quale miglior modo che viaggiare con la mente e stimolare la propria creatività ed immaginazione leggendo? Ho, infatti, appena finito di leggere La Cucina del Buongusto, libro con il quale mi sono sentita in armonia per vari motivi, ma 2 principalmente: 1. la scoperta dell’amore per la cucina come ispirazione, valvola di sfogo, momento di relax con se stessi, di contemplazione di luoghi e sapori lontani (vivendo in Australia), di apprendimento di nuove ricette, di amore verso se stessi e chi condividera’ il cibo con noi 2. Il vivere all’estero e volere mantenere vive le proprie tradizioni e approfondendole in cucina. Dal libro traspare un amore verso la cucina, i prodotti e la loro origine, i modi di cucinare oltre che verso la famiglia e la tradizione. E’ un libro rassicurante, nel quale trovare al contempo pace ed ispirazione, oltre a che gustosi aneddoti e ricette da provare. Non dico null’altro, e’ da leggere!   Ecco la presentazione del libro a Palermo un po’ di tanto fa’ per …

Il film / The movie: “On the road”

Ieri sera sono andata a vedere il film, dopo aver letto il libro, di “On the Road”. Sempre esprimo la mia personale e umile opinione rispetto a un libro cult, chiaramente. Iniziamo col fatto che il film, per le riprese, i veicoli in movimento, i continui cambiamenti di scene e quindi le varie storie di viaggi da’ l’idea di essere On the road e quindi Sulla strada. La fotografia anche mi sembra fatta bene, mia modesta opinione, e i panorami sono stupendi nella loro immensità. Si capisce sicuramente di essere in America, e se non fosse l’America, sarebbe comunque un grande continente. A me, avendo letto il libro, sono mancati alcuni passaggi, anche forse focali per capire l’evoluzione della storia, tra i vari, per esempio, la litigata tra Sal e Dean, che sullo schermo sembra solamente un disappunto e non viene approfondita, l’aspetto centrale del praticare l’autostop e le storie che si sviluppano durante questi tragitti, o alcuni dettagli che rappresentano Sal ancora di più come un animo gentile, discreto ed educato. Guardando il film …

On the road… by Jack Kerouac

Ho finalmente finito di leggere “On the road” di Jack Kerouac, in lingua originale già che ci siamo così recupero un po’ il mio inglese. Bel libro, nulla da dire, e sicuramente sconvolgente per l’epoca. Probabilmente avrei dovuto leggerlo un po’ di anni fa’, quando magari non avevo ancora viaggiato tanto e sarebbe servito da stimolo per viaggiare e avrei sognato leggendo quelle pagine in vista di un futuro viaggio. Oltre al fatto che più vivi e più sperimenti e fai esperienza. Sarebbe stato, quindi, sicuramente più avventuroso o avvincente leggerlo almeno 10-15 anni fa’. Letto all’età di 30 anni ti da’ sicuramente uno spaccato della società americana dell’epoca, della “Beat generation” di come pur senza le comodità e con pochi soldi in tasca, e alle volte addirittura senza, questi ragazzi hanno girato gli Stati Uniti in lungo e in largo e sono arrivati fino in Messico. Alle volte certi passaggi li ho trovati un po’ noiosi e quasi ripetitivi o forse semplicemente sintomo del raccontare esattamente come fossero andate le cose, in ogni loro …